Percorso tematico

UN GIOCO DA RAGAZZI

Percorso tematico tra le vetrine Terra del Fuoco, Carajá, Bororo, Giappone, Paraguay, Africa Il gioco è un’attività culturale che, pur declinata in forme diverse, è presente in tutte le popolazioni. In museo sono conservati alcuni giocattoli di paesi e tradizioni diverse: dalle canoe in miniatura degli Alakaluf alle bambole in argilla dei Carajá a quelle di zucca dei Bororo, proviamo a scoprire affinità e differenze con i nostri giochi.

CHI BEN LAVORA, BEN RACCOGLIE

Percorso tematico tra le vetrine Terra del Fuoco, Bororo, Oceania, Africa, Patagonia, India, Shuar, Xavante, Sud-est asiatico, India Nord-estFin dalle origini, gli esseri umani con il lavoro hanno trasformato il territorio per rispondere ai loro bisogni: dapprima cacciando, pescando e raccogliendo frutti selvatici, poi coltivando i campi e allevando il bestiame, fino alla domesticazione della natura per realizzare oggetti artigianali di uso quotidiano o rituale. Un itinerario tra strumenti, tecniche e prodotti del lavoro nelle diverse culture del mondo

“LA BELLEZZA SALVERÀ IL MONDO”, F. DOSTOEVSKIJ

Percorso tematico tra le vetrine Shuar, Bororo, Sud-est asiatico, Oceania, Africa, India Nord-est, Rio Negro, Cina, Paraguay Ogni cultura ha elaborato i propri canoni estetici, ma tutte ricercano il “bello da vedere”. In un confronto tra società tradizionali e occidentali, vedremo quali ornamenti e accessori contraddistinguono il passaggio da una condizione sociale a un’altra o un particolare status sociale e quali pratiche di modificazione del corpo le diverse culture mettono in atto nel perseguire i propri modelli di bellezza.

LA VITA NEI RITI DI MORTE

Percorso tematico tra le vetrine Bororo, Shuar, Yanomami, Africa, Cina, Giappone, Oceania Tra il mondo dei vivi e quello dei morti c’è una continuità e una corrispondenza: in molte culture è forte l’idea che i defunti veglino sui propri discendenti e che la relazione debba essere coltivata attraverso i rituali. Condividere il cibo, indossare una maschera o un ornamento specifico, cacciare il giaguaro sono alcune delle forme attraverso cui si propizia la benevolenza degli antenati.

LA NATURA DELLE COSE

Percorso tematico a partire dalle vetrine “Natura” e tra le vetrine Xavante, Shuar, Terra del Fuoco, Rio Negro, Bororo, Africa, India Nord-est Il rapporto tra esseri umani e ambiente si esprime in forme e modi d’uso molto diversi in differenti contesti culturali. Le popolazioni che vivono a stretto contatto con la natura hanno sperimentato che la loro sopravvivenza dipende dalla relazione che hanno stabilito e ogni giorno intrecciano con la natura, perché ne possono ottenere risorse materiali e conoscenza. Molti degli oggetti esposti in museo sono fatti “di natura”: sono un tentativo di domesticazione, un’interpretazione culturale.

DIVENTARE ADULTI. I RITI DI INIZIAZIONE

Percorso tematico tra le vetrine Yanomami, Rio Negro, Bororo, Africa, Oceania, Xavante Non si diventa grandi allo stesso modo e con gli stessi tempi in tutto il mondo. Tuttavia, in molti gruppi umani il passaggio all’età adulta è così importante da essere contrassegnato da una serie di cerimonie e di rituali. Pitture corporali, indumenti specifici, segni sul corpo sono il requisito perché i giovani siano ammessi a far parte della società adulta e acquisiscano così nuovi diritti.

BUONO DA MANGIARE

Percorso tematico tra le vetrine Rio Negro, Xavante, Africa, Bororo, Sud-est asiatico, Yanomami, Giappone, Cina, Patagonia Il cibo non è legato solo alla sopravvivenza fisica, ma a quella culturale. Ciascuna cultura, infatti, stabilisce in base alle risorse del proprio ambiente e alle proprie esigenze cosa sia buono da mangiare. In museo sono esposti manufatti usati per la produzione, il consumo – quotidiano e rituale – e la conservazione del cibo. Scopriamo insieme a quali tradizioni alimentari appartengono e quali significati rivelano.

LA MASCHERA NON NASCONDE MA SVELA

Percorso tematico tra le vetrine Africa, Giappone, Rio Negro In molte società tradizionali in occasioni rituali si fa ricorso alle maschere, manifestazioni del mondo degli spiriti e delle forze della natura, per comunicare con la divinità e ribadire il senso di appartenenza comunitaria. Ma le maschere sono indossate anche in occasione di guerre per incutere terrore al nemico, in eventi funebri a ricordo del defunto, in momenti ludici, come uno spettacolo. Proviamo a scoprirle in museo.

LA MUSICA

Percorso tematico tra le vetrine Africa, Rio Negro, Xavante, Bororo, Shuar, Oceania, Giappone Dalla savana africana alla foresta amazzonica, dalle popolazioni amerindiane agli aborigeni australiani, la musica è usata come linguaggio per comunicare. La musica è inoltre un linguaggio usato per dare dei segnali, per trasmettere il patrimonio culturale, per connettere gli esseri umani tra loro e con la natura. Vediamo insieme come in ogni angolo del mondo si fanno risuonare gli strumenti musicali, il corpo o la natura stessa.

ESSERE FAMIGLIA. FORME DI ACCUDIMENTO, EDUCAZIONE E SOCIALIZZAZIONE NEL MONDO

Percorso tematico tra le vetrine Giappone, Yanomami, Oceania, Xavante La famiglia è uno specchio della società e assume in contesti sociali e culturali diversi una grande varietà di forme. Il concetto stesso di “famiglia” si è trasformato nel corso del tempo, in funzione di mutamenti storici e sociali. Ma uno degli scopi comuni a tutti i tipi è l’accudimento, l’educazione e la socializzazione dei figli e, per estensione, il nutrire il senso di appartenenza alla comunità.

ACQUA IN BOCCA!

Percorso tematico tra le vetrine India, Africa, Yanomami e Bororo In tutte le culture l’acqua viene associata all’origine della vita. È presente in tutti gli esseri viventi e necessaria per la sopravvivenza. La sua capacità purificatrice ha alimentato l’elaborazione di rituali legati alla rigenerazione spirituale. Scopriamo in museo utensili per il trasporto, la conservazione e l’uso dell’acqua sia nella sfera rituale, sia in ambito quotidiano.